Giving Voices to Young Refugees in Italy

Giving Voices To Young Refugees in Italy

"Partire dalle aspettative e dai desideri dei Minori Stranieri Non Accompagnati e neomaggiorenni nella ricostruzione delle loro traiettore di vita significa scegliere di attribuire valore al processo di formulazione e costruzione dell'immaginario del proprio futuro. I desideri e le aspirazioni dei MSNA hanno spesso a che fare con la sfera delle opportunità negate o impedite dal contesto economico e sociale in cui vivono (sia esso legato a contesti di guerra o a deprivazioni economiche)."

Per rispondere all’esigenza di ascolto dei Minori Stranieri Non Accompagnati e garantire il loro diritto alla partecipazione in tutti quei processi che coinvolgono gli assistenti sociali come attori chiave per la determinazione del superiore interesse del minore, UNHCR - Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, in collaborazione con CNOAS - Ordine degli Assistenti sociali, ha  incaricato DENSA Cooperativa Sociale di sviluppare un percorso, da svolgersi in modalità remota, per valorizzare il loro personale punto di vista e favorire la partecipazione attiva di minori e giovani adulti alle questioni che attengono proprio al ruolo e alla funzione dell’assistente sociale. 

UNHCR - Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, CNOAS - Ordine degli Assistenti

Novembre - Dicembre 2020

 

 

 

«Poneteci più domande su quali sono i nostri piani per il futuro.» 

 

 

 


 

 

Giving Voices To Young Refugees è stato sviluppato come un processo in cui  minori e giovani adulti hanno avuto l’opportunità di essere presi in considerazione come agenti di cambiamento e non solo come semplici destinatari di policy e servizi.

Il loro punto di vista si è sviluppato attraverso diverse azioni:
– un percorso di ascolto-formazione rivolto a Minori Stranieri Non Accompagnati e giovani adulti erogato a distanza. 
– un decalogo rivolto agli assistenti sociali costruito direttamente dai Minori Stranieri Non Accompagnati a partire dal vissuto emotivo di ciascunə.
– un modulo di formazione on-line per Assistenti Sociali.
– un’esperienza di empowerment per il gruppo di minori e giovani adulti coinvolti.

I MSNA e giovani adulti coinvolti sono stati 7 (4 uomini e 3 donne) provenienti da Camerun, Gambia, Guinea, Mali, Marocco, Bangladesh attualmente basati all’interno di strutture residenziali situate in: Trentino, Basilicata, Puglia.

In particolare, i minori e giovani adulti, hanno co-creato e condiviso un decalogo in cui sono sintetizzate alcune indicazioni che, dal loro punto di vista, migliorerebbero e renderebbero più costruttiva il confronto tra MSNA e Assistente Sociale.

 

 

 

 

«Chiedeteci di più e più spesso come stiamo.»

 



 

 

Gli obiettivi del progetto sono stati traslati in domande utili alla progettazione di un’esperienza da sviluppare in modalità “a distanza”:

❏ Quali approcci sono più adatti a garantire un’effettiva partecipazione di minori e giovani adulti coinvolti all’interno di un percorso di raccolta dei bisogni svolto completamente a distanza?

❏ Come traslare le dinamiche di scambio interpersonale proprie di focus group discussion e attività partecipative in presenza, all’interno di un’esperienza svolta completamente a distanza, con l’obiettivo di valorizzare il diritto di minori e giovani adulti ad essere ascoltati?

❏ Quale metodologie e strumenti di trasferimento di competenze e conoscenze è più adatta a far si che la raccolta dei bisogni “a distanza” diventi anche un’esperienza di empowerment e di rafforzamento di competenze per il gruppo di minori e giovani adulti coinvolti?

❏ Come costruire un output di progetto il più possibile condiviso da tutti i partecipanti per far comprendere l’importanza del processo sviluppato anche in relazione all’opportunità di essere presi in considerazione come agenti di cambiamento e non solo come semplici destinatari di policy e servizi?

Le risposte a queste domande sono state ricercate attraverso l’applicazione di un approccio, metodologie e strumenti misti in cui si sono alternati momenti di ascolto, informazione e formazione capaci di esplorare, da diversi punti di vista, il “ruolo e la funzione dell’assistente sociale”.

[unex_ce_button id="content_oc907yf90" button_text_color="#000000" button_font="semibold" button_font_size="15px" button_width="auto" button_alignment="center" button_text_spacing="2px" button_bg_color="#ffd300" button_padding="15px 60px 15px 60px" button_border_width="0px" button_border_color="#000000" button_border_radius="0px" button_text_hover_color="#ffffff" button_text_spacing_hover="2px" button_bg_hover_color="#000000" button_border_hover_color="#000000" button_link="https://issuu.com/cooperativadensa/docs/unhcr_report_ita" button_link_type="url" button_link_target="_blank" has_container="1" in_column=""]LEGGI IL REPORT[/ce_button]
Strumenti utilizzati: iPad, pagine di libri, fogli bianchi e colorati, penne, pennarelli, fotografie

Software e tools: Anchor, Mentimeter, Kahoot, Canva, Faceswap, Whatsapp, Zoom, Zoom Rooms